Impegno


Pur vivendo una grave disabilità, dal 1992 sono impegnata in modo attivo per il superamento delle barriere architettoniche e culturali per i diritti delle persone disabili, per abbattere retaggi, luoghi comuni e stereotipi che rendono, tutt’oggi, le persone con disabilità, invisibili.

Credo che ogni persona debba impegnarsi, attraverso le proprie specificità, i propri doni, nel miglioramento della qualità del mondo che la circonda, per contribuire a rendere migliore il mondo intero.
Vivere per migliorare, l’ambiente, per aiutare le persone, salvaguardare i loro diritti, non può, nè deve, essere solo prerogativa di chi ha il problema, o solo di chi è stato eletto a ciò.
Ognuno con il suo operato, pacifico e civile, dovrebbe sentirsi chiamato ad essere fattivo.”

Questo slideshow richiede JavaScript.

Per questo mi sono dedicata in modo fattivo, al miglioramento della vita delle persone con disabilità con l’obiettivo di provare ad abbatterle, a partire dalla mia città, attraverso varie iniziative, progetti ed azioni.

Se nei primi anni mi sono concentrata su Grosseto, la mia città, in seguito ho capito, che le persone con disabilità vivono gli stessi problemi in ogni luogo. Il mio paese, l’Italia aveva grandi carenze ed io mi sono “tuffata” con passione in questa “battaglia” talvolta, contro i “mulini a vento”. Mai scoraggiata, coriacea, spesso con coraggiosa  determinazione non ho ceduto ed ho volentieri messo il mio volto, e la mia voce, a tutela dei tanti volti invisibili.  

Non ho mai potuto immaginare un mondo con le diseguaglianze, soprattutto se nate nel non rispetto e/o applicazione delle leggi.

Per questo non mi sono scoraggiata e sono rimasta in prima linea (a volte con utopica follia) nella progettazione, sensibilizzazione e organizzazione di eventi per e con la diversa abilità. Amo lavorare in rete, credo nella rete, con le altre associazioni e diverse abilità, come unico mezzo per crescere ed imparare insieme, ed insieme arrivare “a meta”.

Per il costante impegno, gratuito, rivolto alle persone diversamente abili e alle loro famiglie, il 2 giugno del 2006, a sorpresa, mi è stata riconosciuta l’onorificenza di Cavaliere della Repubblica italiana dal Presidente Giorgio Napolitano, riconoscimento massimo per gli impegni; mi emoziona pensare che, tra l’altro, sono stata la prima donna disabile insignita dell’onorificenza, per motivi sociali, dal Presidente della Repubblica, appena eletto (2 giugno 2006).

Sono stata Presidente di una associazione, Comitato Provinciale per l’Accesso, tra i membri fondatori della Fondazione Il Sole Onlus, nel suo Consiglio di Amministrazione. Sono stata Commissario Commissione Pari Opportunità della Provincia di Grosseto fino al 2014, dal 2017, Commissario Commissione per le Pari Opportunità del Comune di Grosseto.

Nel 1997, tra le barriere architettoniche di Grosseto. Foto Agenzia BF

  • Comitato Provinciale per l’Accesso, di cui è stata presidente.
  • Fondazione “Il Sole – O.N.L.U.S.”, tra i membri fondatori; membro del C.d.A.
  • Forum Provinciale del Terzo Settore, membro del tavolo disabilità.
  • Progetto “Diversi ma uguali” – Provincia di Grosseto, Forum Terzo Settore, Tavolo disabilità.
  • Comune di Grosseto – Gestione U.R.P. – sportello “Info Handicap”
  • Parrocchia SS. Crocifisso – Coordinatrice Servizio Pastorale giovanile fino al 2002, catechista.
  • Comune di Grosseto – Progetto Mare per Tutti
  • A.R.C.I. Nazionale Servizio civile – Progetto “Tempo libero non tempo vuoto” Operatore Locale di Progetto.
  • Provincia di Grosseto – Commissaria Pari Opportunità fino al 2014
  • U.I.S.P. – Progetto “Nessuno Escluso”
  • Azienda USL 9 Grosseto – membro Comitato di Partecipazione (ex Consulta del Volontariato) fino al 2017
  • Comune di Grosseto – Consulta sulla disabilità
  • Comune di Grosseto – Commissaria Commissione per le Pari opportunità.

 

 

 

È vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzati espressamente dall’autore.
Copyright © 2016 Lorella Ronconi
© Lorella Ronconi – 2016 – All rights reserved.