Attività


I’am, eccomi. Io sono Lorella, sono rara, differente, e-competitiva perchè disabile.

Creativa, Comunicativa, Capace, Costruttiva, Combattiva, Caparbia e Competitiva nel “produrre” informazioni su un determinato settore/argomento e con un grande seguito sul Web.

Negli anni ho potuto sviluppare tutta una serie di capacità che, probabilmente innate nella mia persona, hanno sopperito alla mancanza di altre, causata dalle mie condizioni fisiche. Così quello della comunicazione da sempre costituisce l’ambito nel quale posso esprimermi, promuovere battaglie, diffondere la mia poesia. Tale abilità mi ha non poco favorito, consentendomi, specialmente nel campo del sociale, di ottenere grandi risultati e, perdonate il pizzico di vanità, una certa autorevolezza, congiunta a non pochi riconoscimenti in merito alla mia leadership. Ho fatto della mia disabilità il mio punto di forza, per questo mi sento e – competitiva. Competitiva in internet, per internet, con internet, senza barriere e soltanto grazie alle mie capacità.” 

Schermata del sito precedente creazione @GioBonvi

Schermata del sito precedente creazione @GioBonvi

PUNTI NEVRALGICI – Sono una persona con una rarissima malattia degenerativa delle ossa, costretta da sempre a vivere per metà della giornata sdraiata a letto. Ho moltissimo dolore e poca autonomia. #IosonoRARA #IosonoSMART #Ionomivergogno 

 

In questi ultimi anni le mie condizioni fisiche si sono aggravate, costringendomi sempre più in casa: tre ore sdraiata e tre seduta, in modo alternato. Mi è quasi impossibile spostarmi con i mezzi di trasporto, dato che scosse e vibrazioni mi causano forti dolori ossei. La mia situazione rende molto difficile trovare collocamento lavorativo; per altro, l’accesso a molti luoghi mi è letteralmente impedito dalla presenza di barriere architettoniche e dunque complicato é anche riuscire a relazionarmi di persona con possibili datori di lavoro ai quali far conoscere le mie competenze e  proporre le mie iniziative.

L’intelligenza e il piglio intellettuale che da più parti mi vengono riconosciuti mi impongono tuttavia di non cedere all’insidiosa opera di annientamento cui sono quotidianamente sottoposta, a causa della condizione di clausura che sono costretta a  vivere nella mia casa, nel mio letto.

Lorella in una foto  di Gianluca Flammia

Lorella in una foto di Gianluca Flammia

 

PUNTI DI FORZA – Per tutta la vita, non potendo camminare, ho dovuto accentuare le mie capacità percettive, potenziare l’attività ricettiva dei miei sensi, ma anche e soprattutto l’esercizio della mia intelligenza; in questo modo ho imparato ad ovviare all’impossibilità di usare le gambe e trovo distrazione dal dolore.

La comunicazione è sempre stata la mia passione: arrivare agli altri, al mondo, sentirmi nel mondo,  interloquire, parlare, vedere, toccare, gustare, in una parola, “esserci”, costituisce da sempre una  parte fondamentale della mia esistenza  e della mia ricerca.
Con l’avvento di internet, la mia vita è cambiata.  Assecondando la mia curiosità nei confronti di questo straordinario mezzo che la tecnologia ci aveva fornito, mi dedicai con grande passione a conoscere e poi perfezionare le modalità di utilizzo del mio primo portatile, scoprendo con gioia estrema che mi permetteva di fare cose che avevo dovuto abbandonare, come disegnare, scrivere, suonare, incontrare, soddisfare la mia sete di conoscenza, di essere attiva, di crescere, di arrivare più lontano.
Internet rappresentò (e tuttora rappresenta), per me, una specie di “protesi”, un grande ponte capace di mettermi in comunicazione con quella parte di mondo che con le mie gambe non avrei mai potuto calpestare. Con l’arrivo delle reti sociali, dei networking, delle piattaforme media,  ho trovato nuovi  “motori”  per far correre me stessa al pari con gli altri, nuove opportunità per far conoscere me e le mie capacità. Nuova dignità.

La comunicazione e la sua gestione sui web hanno in effetti dato vita a nuove professionalità con varie sfumature di qualifiche professionali e livelli.
Le Start Up lavorative, adesso, (con l’avvento delle E-commerce) si “muovono” da un pc; per avviare un’azienda e gestire la propria o altrui economia sono sufficienti un computer, un programma e la connessione. Basta un “click”.

Questo mi rende competitiva, perché non devo uscire di casa, non devo superare barriere architettoniche, salire in auto, treni, cercare assistenti;  mi sono sufficienti le mie capacità intellettuali e le mie risorse esperienziali per poter essere “economicamente produttiva”,  “socialmente abile”, “abilmente normodota”, per poter godere di pari opportunità.