Pippo – COME L’AZZURRO


Dopo due anni di pausa sono riuscita a pubblicare un nuovo libro di poesie; sono molto orgogliosa nel darne l’annuncio: sono riuscita a farlo da sola, dall’impaginazione alla scelta dei caratteri, dalla calibratura alla scelta editoriale interna ed esterna; da sola ho scelto la grafica e realizzato la copertina. E’ stata una “battaglia” contro il tempo e i tanti problemi sopravvenuti in questo inverno; sono fiera di essere riuscita a mettere in pratica i miei studi e la mia capacità di pubblicare in selfpublishing, con la piattaforma StreetLib.

Come l’azzurro – Pippo” è già in vendita nei maggiori distributori di libri; su Amazon è in vendita sulla piattaforma italiana, in euro (Europa), su Amazon Inghilterra (in sterline) e su Amazon America (in dollari). il libro, per adesso in versione cartacea, ha la pretesa di voler celebrare e suggellare in modo ufficiale il ricordo di un’amicizia speciale, la mia infanzia con un gabbiano come compagno di giochi. Per 50 anni è stato un segreto che non riuscivo comunicare per il dolore che il ricordo mi provocava, ma grazie a Giorgio Bonvicini, amico meraviglioso (anche lui adesso libero nell’azzurro del cielo) sono riuscita a parlarne. Pippo, la poesia dedicata alla storia incredibile fra me e quell’ “amico di piume”, scritta grazie alla pazienza del “Bonvi”, guadagnò il secondo podio, nel 2016, al premio “Luciano Lama, poeti nel tempo” di Grosseto.

Pippo è il nome che detti, bambina, al gabbiano che mi aveva scelta. Da lui ho imparato a volare con l’immaginazione, ad assaporare il gusto della libertà, a guardare il cielo con occhi pieni di meraviglia. Davvero incancellabili le estati della mia infanzia con questo mio amico speciale.

“Come l’azzurro” é una raccolta che vuole dire grazie alla libertà stessa e a tutto ciò che rappresenta “il volare liberi”: le nuvole, il cielo, il mare, la luna, i sogni, l’arcobaleno, l’amore, ma anche la sofferenza, la prigionia, tutto quello quello che mi  ha dato la possibilità di comprendere e rappresentare la libertà. Si è liberi anche con le catene. Ecco, le poesie selezionate in questa raccolta “volano” libere.

Il libro prende il nome da una poesia che celebra la libertà: “Come l’azzurro nel cielo”; nata molti anni fa in ospedale, è proposta in questo libro in tre lingue differenti, con l’intento di allargarne ulteriormente le possibilità di lettura, di dare ancora più spazio alla libertà. L’azzurro è uno dei colori della liberta, perché evoca l’immensità del cielo, o del mare, ma non l’unico, poiché ognuno può dipingerla come vuole, attingendo a tutti i colori dell’arcobaleno.

Questo libro, era gia’ nei miei pensieri da  tempo e ora sono finalmente  riuscita a pubblicarlo grazie al crowfounding fatto da Andrea Bardi, presidente della Pro-Loco di Roselle ed agli amici che mi hanno aiutata in questi due anni difficilissimi; realizzarlo è stata una specie di sfida, ma anche un mantra per “volare oltre”.

Il 24 maggio 2018 alla sala Pegaso, alle ore 15,30, ci sarà la presentazione ufficiale, una piccola, grande gioia che ripaga lo sforzo nell’immortalare qualcosa che è dentro di me, incancellabile. Al mio fianco ci saranno gli amici Paola Salvestroni, Matteo Marconi, Fabio Cicaloni, Laura Tavanti, Andrea De Scisciolo.  La presentazione sarà curata da Anna Bonelli, direttrice della biblioteca del Comune di Grosseto.