Poesia


La poesia, l’arte piu’ piccola e povera, un pò come me.

La poesia di Lorella. Grafica di Giuseppe Carelli

L’impegno con la mia creatività. L’impegno costante, con me stessa a migliorare, a non smettere mai di avere il desiderio di sapere.
A non cancellare le emozioni che la mia vita mi regala.
A scriverle in versi per condividerle con gli altri.

Vivo gran parte della mia giornata a letto, la poesia è la mia fedele compagna

A causa dell’aggravarsi della  malattia sono stata costretta a molto riposo e ad abbandonare la pittura oltre che agli studi di pianoforte. Non volendo rinunciare alla mia grande passione per l’arte, non mi sono data per vinta, ho trovato nella scrittura e nella poesia il mezzo più efficace per esprimere le mie emozioni.

Foto Daniele Del Casino

Nel 2001 entra tra i primi dieci finalisti del concorso internazionale di poesia “Città di Porto Recanati”, con la poesia Je roule; sempre con Je roule vince il primo premio al Concorso nazionale di poesia “San Leonardo Murialdo” di Roma e un premio speciale per l’impegno civile al Concorso “Mattia Preti Presila catanzarese; sempre nel 2001 è prima al Concorso “Ripa grande” di Roma, con la poesia Nuda. Nel 2002 giunge seconda, nuovamente al concorso Ripa Grande, con il componimento Mio figlio, mentre è terza al concorso San Leonardo Murialdo con la poesia L’ultimo momento.

Nel novembre del 2004 risulta segnalata a Francavilla Marittima, alla prima edizione del Concorso Nazionale sull’Amore La voce del Cuore, con la poesia Stella d’Oriente; nello stesso anno ottiene il secondo premio al concorso nazionale biennale Omaggio alla città di Roma 2004con la poesia Je Roule. 

Nel dicembre 2007 pubblica la sua prima raccolta di poesie, Je Roule (edizioni ETS)e in un anno esaurisce le prime mille copie stampate. Con lo stesso volume vince, sia la tappa grossetana tra i segnalati dall’ Assessorato Cultura 2008, per il premio “Sipario Aperto”  sia la finalissima a Massa Marittima (Gr); nello stesso anno 2008 si classifica prima nella sezione “Poesia” al PremioBatignano Cultura 2008”.

Nel 2010 la poesia Je Roule viene inserita nell’antologia scolastica Zanichelli Altra Città: Lorella Ronconi viene così confermata poetessa contemporanea e indicata nel percorso di studio formativo degli studenti di seconda media.

Nel 2012 è prima tra i 110 partecipanti al premio internazionale di fotografia L’ombrellone che colora l’Estate, con il suo scatto, Ombrelloni Aquilonanti, confermando così la sua grande versatilità artistica. Nel novembre 2012 con la poesia Centauri si classifica seconda al Premio nazionale di poesia “D. Boschi di Gavorrano (Gr). Nell’aprile 2012 ottiene uno spazio nella rivista specializzata “Caffè Michelangiolo” di Maria Graziano Parri, con la poesia Attesa di Vita.

Nell’ estate 2012 collabora con la cantante musicista Carla Baldini, sul testo della poesia “14-03-‘92″, che  realizza la canzone Io sono come,  dalla quale nasce anche un video.

Nel Febbraio 2013 esce a Las Vegas (U.S.A.)  I roll along, la versione inglese di “Je Roule”. Il volume è stato realizzato con immagini create appositamente e donate dagli autori Pitrice Sanford, Silvia Rossignoli e Massimo Ronconi; produzione e distribuzione sono di Alice e Massimo Ronconi i quali annota
no: “La versione in inglese é stata un lavoro di amore di due individui che ammirano le innumerevoli qualità di Lorella; questa versione tenta di catturare e mantenere l’integrità del lavoro originale di Lorella”.

Il 13 Aprile 2013 presenta ufficialmente la sua seconda raccolta di poesie, Sirena guerriglia, nel palazzo Aldobrandeschi della Provincia di Grosseto. A dicembre del 2013 vince il premio Grosseto scrive con il volume Je roule, queste le motivazioni della giuria: “Con parole sia aspre sia tenere e vibranti, la poetessa esprime emozioni, sentimenti, rabbia, in un “iter” sofferto tra sogno e amara realtà. La poesia diviene strumento di conoscenza di sé, nella consapevolezza della propria identità.”

Nell’aprile 2014 riceve il Premio Speciale della Critica al Concorso Internazionale di Poesia di Cattolica Pegasus Literary Awards” con il libro Sirena Guerriglia. Nel Giugno 2014 è tra i finalisti del premio Le Voci di Abano Terme con la poesia Sirena Guerriglia” che le riserva un premio speciale della giuria. Il 19 Agosto 2014 vince il premio “Asta della Poesia”, organizzato dal Comune di Magliano in Toscana, con la poesia “Centauri”.

Il 12 Dicembre 2015, a Grosseto, presenta la nuova versione di Je Roule, assieme a tre testimonial d’eccezione: Enrico Letta (ex Presidente del Consiglio), il campione internazionale di baseball Roberto Cabalisti e il critico Fabio Canessa.

Nel Giugno 2015 riceve la Menzione d’Onore con il volume Je roule, in occasione del X° Premio Nazionale “Voci – Città” di Abano Terme”; nello stesso anno si classifica seconda con la poesia inedita Pippo, alla V° edizione del concorso nazionale Luciano Lama-poeti nel tempo”, a Grosseto, e terza, a Roma, al Premio nazionale “San Leonardo Murialdo”, con la poesia Sud America.

Il 14 maggio 2016 una poesia dell’autrice è stata scelta e letta in uno dei reading del “Festival Internazionale della Poesia di Milano”, al Museo delle Culture (MUDEC).

Il 20 Maggio 2016 presenta ufficialmente al palazzo Aldobrandeschi, di Grosseto, la sua nuova raccolta di poesie:  Attimi. Tra meridiani e paralleli. La  raccolta di poesie che porta in se la prefazione di Fabio Canessa (critico letterario e cinematografico).

Fabio Canessa, scrive di Lorella:
“Le sue grida di passione, a volte dolorose a volte gioiose, hanno il potere di squarciare il grigiore abitudinario dei nostri borbottii. La sua piena accettazione della vita, restituita con vitale lucidità, senza abbellirla ipocritamente o aduggiarla con lamentoso vittimismo, ha il potere di scuotere la pusillanime routine delle nostre giornate. Che sono fatte di attimi, da riempire con lo stupore che lo sguardo di Lorella riesce a trasmetterci. Diceva Roman Jakobson che la differenza tra la comunicazione quotidiana e quella poetica è la medesima che c’è tra un vetro trasparente, la cui presenza quasi inavvertita ci permette di vedere nitidamente il panorama esterno e un vetro opaco che ci fa intravedere qualcosa di quello che c’è fuori, ma attraverso l’ottica di una mediazione che ne deforma e ne altera l’immagine. La poesia di Lorella Ronconi agisce invece come un panno che ripulisce l’opacità del vetro che ci ostacola la visione dello “spettacolo” del “teatro della vita”. Poco importa che il vetro sia quello della finestra accanto al letto di Lorella o quello di casa nostra o del nostro luogo di lavoro: ogni finestra rivela una porzione limitata di mondo. L’importante è riempirla di senso, di vita, di immaginazione creativa: un talento di cui Lorella si dimostra maestra esemplare, per il coraggio, il gusto e la curiosità da esploratrice instancabile con i quali sonda tutto quello che avviene fuori e dentro di lei.”

Centauri

Eccoci noi Centauri
senza meta, a metà
tra cielo e terra,
metà uomini
metà carrozzella.
Corpi divisi
immobili
che ruotano per le strade della vita,
asfalti sconnessi dove le ruote sobbalzano
tra buche e sguardi pietosi.

 

Per i Centauri non c’è posto nei pensieri,
porte strette, scale infinite,
mura invalicabili,
coscienze negate.
Il tuo cuore è lassù, oltre quella rampa
vorrei arrivarti
vorrei amarti!
Ma raggiungerti non mi è possibile
il tuo cuore è ostacolo inaccessibile,
barriera insormontabile.

 

I Centauri fanno strani sogni la notte
quando il dolore li corteggia
non temono la sofferenza.
Il loro corpo
acciaio infuocato, straziato dai colpi
si piega docile cercando nuova forma.

 

Eccoci noi Centauri,
corpi fragili
bruchi che muoiono
sperando
una farfalla, che si alza
e vola!

 

Lorella Ronconi (Je Roule)

 


“In attesa di un bacio, uomo perfetto.”
Pink Rosa Baby
Lorella Ronconi

PINK ROSA BABY

Cercasi cuore in affitto

per affetto affettato

affrettato ma calmo

pulito, onorato

aggraziato e appropriato.

In cambio, qui cedesi

eterna grazia

graziosa, guizzante

smorfiosa

dal rosa cangiante

brillante Pink Baby.

In attesa di un bacio

uomo perfetto!

 

Lorella Ronconi (Attimi. Tra meridiani e paralleli)


IN QUESTO MONDO CHE GIRA 

Tra quella luce

un destino si compie

ed è ancora cielo e luce.

Cuori di anime avvolgono

tenebra e speranza che

attendendo, sperano

il tuo ritorno

in questo mondo che gira

gira, gira, gira

e di te

non riesce a fare i conti

della tua mancanza

stasera.

Lorella Ronconi

ATTIMI. TRA MERIDIANI E PARALLELI.