Attimi. Tra meridiani e paralleli


Il papavero di Lorella Ronconi è sbocciatonel Palazzo Aldobrandeschi, a Grosseto, nel maggio 2016

Attimi. Tra meridiani e paralleli, la nuova raccolta di poesie della poetessa grossetana, è stata presentata presentata ufficialmente  da Fabio Canessa, critico letterario e cinematografico che ne ha curato  la prefazione, Paola Salvestroni e Maria Antonietta Schiavina, giornalista e scrittrice livornese.Attimi. Tra meridiani e paralleli

Lorella afferma in questo libro: La mia vita fatta di attimi scorre su piccoli binari; attraversa stazioni, aeroporti, autogrill immaginari, immaginati, ricordati; attorno a piccoli tragitti, costruisce palafitte di grandi sogni. Sulla parete della mia stanza, un planisfero traccia i miei passaggi: ciò che ero, dove sono stata, dove sarei voluta andare, dove sono i miei amici, dove potrei essere se non fossi ciò che sono.  Il planisfero, come uno schermo di cinema, proietta viaggi su grandi binari, sperdute stazioni, sconfinati aeroporti, stranieri autogrill; lì viaggiano, a grande velocità, i miei attimi quotidiani, tra meridiani e paralleli. Tra quei meridiani e paralleli, io sono. Tra meridiani e paralleli io vivo, oltre e altro, astronauta della mia esistenza.

Un nuovo viaggio di questa donna che sceglie la poesia come veicolo , perché crede che sia proprio la poesia, arte povera, il mezzo migliore, essenziale, per trasmettere le emozioni belle, le emozioni buone. “Gli uomini senza le emozioni belle” afferma Lorella “Perdono la loro umanità” e così lei, nonostante le sue difficoltà, continua a scrivere poesie.

Questo volume è il terzo in uscita per pubblicazione di nuove poesie, ma il quinto per impegno, infatti sia Je roule che Sirena Guerriglia hanno avuto una nuova edizione   rinnovata in grafica e contenuti; è stato autopubblicato tramite la piattaforma StreetLib e sarà in vendita su tutti i distributori online italiani e internazionali via Amazon USA e UK.

Lorella ha vinto tantissimi premi in questa sua carriera decennale da poetessa, molti riconoscimenti, da Recanati a Roma, da Acerra a Cattolica; la sua Je roule è nelle antologie scolastiche di seconda media della Zanichelli – Altra Città, accanto a poesie di famosi  poeti contemporanei, come Alda Merini. Je roule, il volume che prende il titolo dalla poesia più premiata, è stato tradotto anche in U.S.A.  con il titolo “I roll a long”, ed è stato presentato nella sua nuova edizione da Enrico Letta, Preside della Paris School of International Affairs presso Sciences-Po (PSIA) in Francia ed ex Presidente del Consiglio,  e da Roberto Cabalisti, recordman del baseball italiano.

Nel maggio 2016, una sua poesia scelta ed inserita al Festival Internazionale di Poesia di Milano.

Foto della galleria, Daniele Del Casino e Valda Bozzi